• Home
  • Formaggi
  • Selezioni regionali
  • Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna
  • Piacentinu di Enna DOP

Piacentinu di Enna DOP

Product

Il significato del nome è controverso: secondo alcuni “Piacintinu” sarebbe “il formaggio che piace”, secondo altri “che piange”, perché le forme fresche possono contenere lacrime di siero. Oppure si tratterebbe di un formaggio “da stagionare”, come i Grana del Nord Italia, perché “Piacentino” era il nome che anticamente si dava al Grana: e in effetti, sebbene oggi si tenda a consumarlo fresco, il Piacintinu regge ottimamente un affinamento anche lungo. La sua caratteristica più evidente è una ricca aggiunta di zafferano selvatico alla cagliata, che gli conferisce un colore e un sapore unici. Le pecore destinate alla sua produzione vengono alimentate principalmente con una pianta leguminosa, la veccia, che insaporisce a sua volta in modo particolare il latte.

Caratteristiche organolettiche
Aspetto: pasta e crosta color giallo molto intenso, compatta e più o meno dura a seconda dei tempi di stagionatura, con grani di pepe nero
Sapore: intenso, soprattutto negli esemplari a latte crudo, molto caratteristico, con le note del latte ovino, dello zafferano e del pepe
Abbinamenti: Vini bianchi o rossi giovani. Mostarda piccante di pere e mele cotogne. Fave e piselli freschi. Pasta in bianco, pane tipo sfilatino
Caratteristiche tecniche
Latte: ovino, intero, crudo o pastorizzato
Lavorazione: artigianale
Pasta: cotta
Salatura: a secco
Stagionatura: minimo 60 giorni
Produzione: ottobre-giugno
Grassi: 40% Mgss
Peso: 3-8-25 kg
Dimensioni: variabili
Produttori: variabilicaseifici artigianali nei dintorni della città di Enna