• Home
  • Formaggi
  • Selezioni regionali
  • Lombardia
  • Quartirolo lombardo DOP

Quartirolo lombardo DOP

Product

Quartirolo significa letteralmente “prodotto con l’erba quartirola”, ricresciuta dopo il terzo taglio del fieno all’inizio dell’autunno. Il Quartirolo, insignito della denominazione di origine nel 1993, è comunque un parente strettissimo del Taleggio, dal quale differisce soprattutto per la scrematura del latte: il tipo oggi denominato “maturo”, con una stagionatura minima di 30 giorni, ricorda in effetti molto, nell’aspetto esteriore, un Taleggio. Più noto oggi è però il tipo fresco, o “a pasta tenera”, apprezzato dal pubblico anche per il suo ridotto contenuto di grassi.

Caratteristiche organolettiche
Aspetto: pasta avorio, compatta, senza crosta, con rara occhiatura. Il tipo stagionato presenta una pasta più fondente verso l’esterno, con crosta rossiccia
Sapore: fresco, asprigno, con maggiori note aromatiche se stagionato
Abbinamenti: Vini bianchi, birra. Mostarda di pomodori verdi, confettura di melanzane. Frutta fresca (pere William). Pane morbido o michette
Caratteristiche tecniche
Latte: vaccino, scremato, crudo o pastorizzato
Lavorazione: rtigianale e industriale
Pasta: cruda, non pressata
Salatura: a secco
Stagionatura: minimo 30 giorni
Produzione: tutto l’anno
Grassi: 30% Mgss
Peso: 1,5-3,5 kg
Dimensioni: b. 18-22x18-22 cm, h. 4-8
Produttori: caseifici di sette province della Lombardia