• Home
  • Formaggi
  • Selezioni regionali
  • Spressa delle Giudicarie DOP

Spressa delle Giudicarie DOP

Product

Imparentato con i Latteria veneti o lombardi. Il nome deriva dalla pressatura che le forme subiscono (nelle vallate ladine “spretz” significa addirittura “formaggio”). In passato era un formaggio estremamente magro, oggi un po’ meno. Ha ricevuto la denominazione di origine protetta alla fine del 2003, e la produzione è iniziata nel marzo 2004. Caratteristiche salienti previste dalla dop sono l’alimentazione del bestiame con fieno, l’affioramento della panna in bacinella e non per centrifugazione nonché l’utilizzo di piccole caldaie da mille litri simili a quelle del Grana.

Caratteristiche organolettiche
Aspetto: pasta paglierina semidura o dura, con sparsa occhiatura di piccola/media grandezza
Sapore: Sapore: dolce, più intenso a seconda della stagionatura, con note speziate
Abbinamenti: Vini rossi corposi. Miele di castagno, mostarda piccante di frutta. Frutta fresca (mele, pera Passacrassana). Pane di segale
Caratteristiche tecniche
Latte: vaccino,parzialmente scremato, crudo
Lavorazione: artigianale
Pasta: semicotta
Salatura: in salamoia
Stagionatura: minimo 90 giorni
Produzione: da settembre a giugno
Grassi: min 33% Mgss, max 43% Mgss
Peso: 7-10 kg
Dimensioni: diametro 30-35 cm, h. 8-11
Produttori: caseifici delle Valli Giudicarie, Chiese, Rendena, Ledro