• Home
  • Formaggi
  • Selezioni regionali
  • Piemonte
  • Toma ossolana stravecchia

Toma ossolana stravecchia

Product

La stagionatura della Toma ossolana, sia d’alpeggio sia di casa, può anche raggiungere e superare l’anno: in questo caso si parla di tome stravecchie, con caratteristiche molto particolari che le rendono un vero e proprio formaggio “da meditazione”, per intenditori, da assaporare a piccole scaglie, magari con un calice di un grande vino rosso invecchiato.

Caratteristiche organolettiche
Aspetto: pasta color paglierino intenso o scuro, molto compatta, con fitta occhiatura ad occhio di pernice
Sapore: intenso, con note di fieno, di fiori secchi e di stalla, lievemente piccante
Abbinamenti: Vini rossi corposi e invecchiati. Miele aromatico. Mostarda piccante di frutta. Pane nero di segale, polenta
Caratteristiche tecniche
Latte: vaccino, intero, crudo o pastorizzato
Lavorazione: artigianale e industriale
Pasta: cotta, pressata
Salatura: a secco e in salamoia
Stagionatura: minimo 7-8 mesi
Produzione: tutto l’anno
Grassi: 45% Mgss
Peso: 5-7 kg
Dimensioni: diametro 30-40 cm, h. 10-15
Produttori: casari dell’Ossola