Risultati relativi al termine “birra”.

Golosaria Torino 29 novembre 2010
symbol-newsNews
22 novembre 2010

Golosaria Torino 29 novembre 2010

Lunedi 29 novembre Guffanti Formaggi esporrà a Golosaria Torino, che si terrà come di consueto nel capoluogo piemontese al "Teatro Regio". Golosaria (www.golosaria.it) è una rassegna di cultura e gusto promossa da Club di Papillon. Un evento in cui si accendono i riflettori sui migliori produttori artigianali d’Italia, selezionati dal libro Il Golosario di Paolo Massobrio. Questi si danno appuntamento, ogni autunno, a Milano e a Torino e in Primavera nel Monferrato e nel Mantovano, per mettere in mostra le tante eccellenze gastronomiche di cui l’Italia è ricca. Paste, sughi, formaggi, salumi, dolci artigianali, birra, cioccolato accanto alla selezione di 100 migliori vini d'Italia, i Top Hundred. Entrambe le edizioni – di Milano e Torino – salutano ogni anno le nuove GuideCriticheGolose dedicate a Piemonte, Lombardia, Liguria e Valle d’Aosta con le indicazioni precise su dove vale la pena fare una sosta per mangiare, ma anche per acquistare prodotti. Golosaria, in primavera, si trasforma invece in una rassegna itinerante che ha lo scopo di dimostrare come il gusto possa far vivere, animandolo, un territorio. Nella edizione alessandrina, partner principale è la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, presente fin dalla prima edizione, e la società Palazzo del Monferrato, in qualità di main sponsor. Sul versante astigiano, riferimento principale è invece la Fondazione Cassa di Risparmio di Asti. Edizioni passate sono state fatte all’Abbadia di Fiastra, nel comune di Tolentino (Macerata), nel castello di Corigliano Calabro (Cosenza), a Novi Ligure dove si è tenuto il primo raduno nazionale delle bici da gelato. E poi Acqui Terme con a tema il gusto e il benessere, e infine Mantova e la sua campagna anticipata dalle edizioni ne castelli del Monferrato che in quattro edizioni che hanno coinvolto venti location e portato sul territorio, in un solo weekend, 40.000 persone. Da Golosaria è nato anche il sito www.italiadigolosaria.it, con un approfondimento sul Monferrato e sul Mantovano e gli itinerari che ogni mese Papillon realizza con Fiat sotto il titolo di Se dici gusto, dici Sedici.

Leggi
Formaggi e alcolici (fatelo da voi)
symbol-approfApprofondimenti

Formaggi e alcolici (fatelo da voi)

Certamente quello del vino con il formaggio è un connubio consolidato da una tradizione di cui nessuno saprebbe citare l’inventore (forse il buon patriarca Noè, esperto di viticultura ma anche, assicura il libro della Genesi, di animali assortiti). Certamente è saggio degustare il formaggio (preferenzialmente) con i vini della sua terra, adeguatamente scelti e abbinati: fresco con giovane, stagionato con invecchiato, «semplice» con «semplice», «importante» con «importante». Detto ciò, ogni sommelier professionista o dilettante ha le sue formule da rivelare. Ma in questo campo l’elasticità deve essere massima, e le sperimentazioni possono spingersi perfino oltre la frontiera enologica. Benché questo possa fare inorridire i puristi, birra e formaggio non costituiscono necessariamente un abbinamento barbaro. Tutto sta nell’intelligenza della scelta: proviamola per esempio insieme agli affumicati, o ai formaggi freschi. Con gli erborinati è invece consuetudine internazionale bere un vino liquoroso, per la legge intuitiva che la fusione di due opposti (il gusto forte e piccante con il dolce intenso) non può che dare un’armonia: tanto che i buongustai si spingono perfino a fare «imbibere» lentamente di vino passito forme di formaggio erborinato, con una fusione di sapori da gustare poi con calma. Perché non tentare anche allora una degustazione con il rhum? Il formaggio in cantina può fare insomma incontri inaspettati e non sgraditi. La massima apertura e un minimo di criterio aiutano a spalancare nuovi orizzonti.

Leggi

Iscriviti alla nostra newsletter

Per sapere prima di tutti quel che succede nel mondo Guffanti: appuntamenti, nuovi prodotti, iniziative e approfondimenti.