Asiago DOP

Si suddivide, a seconda della stagionatura, in Asiago di allevo mezzano (sei mesi), vecchio (un anno), stravecchio (due anni). Come altri formaggi del Nord Italia è nato in montagna, vale a dire nell’area dell’altopiano di Asiago, per poi diffondersi anche nelle pianure delle province vicine: inoltre, circostanza anche in questo caso tutt’altro che unica, ne è stata creata una versione da consumare fresca, detta Asiago pressato. L’Asiago di allevo è detto anche talvolta impropriamente “Vezzena”, per una certa somiglianza con quest’ultimo formaggio.

Caratteristiche organolettiche

Aspetto
pasta paglierina dura, con occhiatura fine
Sapore
intenso, piccante, asciutto
Abbinamenti
Vini rossi corposi e invecchiati. Miele di castagno, mostarda piccante di frutta. Pane di segale

Caratteristiche tecniche

Latte
vaccino, scremato, crudo
Lavorazione
artigianale, d’alpeggio
Pasta
cotta, pressata
Salatura
in salamoia
Stagionatura
minimo sei mesi
Produzione
tutto l’anno, alpeggio estiva
Grassi
34% Mgss
Peso
8-12 kg
Dimensioni
diametro 30-35 cm, h. 9-12
Produttori
casari e caseifici aderenti al Consorzio di produzione e tutela dell’Asiago
Codice forma
n.d.
Codice tagliato
n.d.

Iscriviti alla nostra newsletter

Per sapere prima di tutti quel che succede nel mondo Guffanti: appuntamenti, nuovi prodotti, iniziative e approfondimenti.
Privacy policy