Canestrato pugliese DOP

Viene chiamato così perché le forme vengono fatte asciugare in contenitori a forma di canestro, di cui conservano i segni (una tecnica analoga per la produzione di un formaggio di pecora è già descritta nell’Odissea).

Caratteristiche organolettiche

Aspetto
pasta paglierina dura, compatta e granulosa. Crosta chiara
Sapore
sapido e piccante
Abbinamenti
Vini rossi corposi e invecchiati. Miele millefiori. Mostarda piccante di pere e mele cotogne. Fave e fichi freschi. “Taralli” pugliesi

Caratteristiche tecniche

Latte
ovino, intero, crudo o pastorizzato
Lavorazione
artigianale e industriale
Pasta
pressata
Salatura
a secco
Stagionatura
minimo due mesi
Produzione
tutto l’anno
Grassi
38% Mgss
Peso
7-14 kg
Dimensioni
variabili
Produttori
aseifici del foggiano e del barese
Codice forma
n.d.
Codice tagliato
n.d.

Iscriviti alla nostra newsletter

Per sapere prima di tutti quel che succede nel mondo Guffanti: appuntamenti, nuovi prodotti, iniziative e approfondimenti.