Capra fresca Valcuvia

Caprino a fermentazione acida, prodotto cioè non con il caglio animale ma lasciando inacidire naturalmente il latte e facendone poi scolare la parte liquida. Prodotto tipico delle aree alpine e prealpine tra Piemonte e Lombardia. Questa lavorazione non prevede una consistente rimozione del siero ed è pertanto destinata a essere consumata in tempi rapidi.
Esiste anche la versione aromatizzata alle erbe e alle spezie, nonché asciugata nella cenere vegetale e affinata.

Caratteristiche organolettiche

Aspetto
pasta bianca, molto morbida, a volte stillante siero
Sapore
ircino, leggermente acidulo
Abbinamenti
Vini bianchi fruttati, birre chiare. Marmellata di arancia, confettura di zucca e zenzero. Frutta fresca. Olive in salamoia. pane alle noci o all’uva

Caratteristiche tecniche

Latte
caprino, intero, crudo
Lavorazione
artigianale
Pasta
cruda, non pressata
Salatura
a secco
Stagionatura
assente
Produzione
da febbraio-marzo a ottobre
Grassi
40% Mgss
Peso
100-150 g
Dimensioni
variabili
Produttori
piccoli allevatori-casari della Valcuvia (Lombardia)
Codice forma
n.d.
Codice tagliato
n.d.

Iscriviti alla nostra newsletter

Per sapere prima di tutti quel che succede nel mondo Guffanti: appuntamenti, nuovi prodotti, iniziative e approfondimenti.
Privacy policy