Castelmagno DOP di Alpeggio

Si produce solamente in un ristretto territorio della Val Grana, coincidente con i tre Comuni di Castelmagno, Pradleves e Monterosso Grana. La DOC risale al 1982, il riconoscimento DOP viene attribuito nel 1996. La produzione di alpeggio di fatto è limitata a un solo casaro. I tentativi di imitazione nei paesi e nelle vallate circostanti sono innumerevoli, spesso con nomi che in un modo o nell’altro ricordano quello di “Castelmagno”. La tendenza oggi è purtroppo di metterlo in commercio molto giovane e non erborinato, ma è solo con un giusto affinamento di almeno sei mesi che questo grande formaggio mette in luce a pieno le sue caratteristiche.

Caratteristiche organolettiche

Aspetto
pasta paglierina compatta e granulosa, negli esemplari stagionati con erborinatura blu-verdastra a chiazze
Sapore
forte, intenso, con leggere note di stalle e forti sentori di penicillo se stagionato a dovere
Abbinamenti
Vini rossi corposi e invecchiati, vini dolci e liquorosi. Mostarda di anguria bianca, confettura di mirtilli. Pane di segale, polenta

Caratteristiche tecniche

Latte
vaccino, scremato, crudo
Lavorazione
di alpeggio
Pasta
pressata
Salatura
a secco
Stagionatura
minimo 60 giorni
Produzione
estiva
Grassi
34% Mgss
Peso
2-7 kg
Dimensioni
diametro 15-25 cm, h. 12-20
Produttori
casari negli alpeggi dell’area tipica di produzione DOP
Codice forma
n.d.
Codice tagliato
n.d.

Iscriviti alla nostra newsletter

Per sapere prima di tutti quel che succede nel mondo Guffanti: appuntamenti, nuovi prodotti, iniziative e approfondimenti.
Privacy policy