Fiordilatte

Riservando il nome di Mozzarella, come vuole la tradizione, alle sole paste filate fresche di latte bufalino, il termine “Fiordilatte” (per il quale è stata richiesta la denominazione di origine protetta) designa la ben più nota e diffusa pasta filata vaccina, introdotta da pochi decenni per sopperire alla scarsezza di latte di bufala: prodotta sia nel formato classico tondeggiante sia sotto forma di ovoline o di “treccia” (quest’ultima può essere conservata per periodi più lunghi mediante l’affumicatura), annovera non solo produzioni industriali ma anche artigianali, dove la filatura della pasta a mano assicura un risultato finale non “gommoso” e coriaceo.

Disponibili in diversi formati, tra cui il nuovo 125 g in bicchiere (0907549)

Caratteristiche organolettiche

Aspetto
pasta bianca, compatta, morbida e stillante siero
Sapore
delicato, fresco, latteo
Abbinamenti
Vini bianchi, birre chiare. Marmellata di mirtilli, marmellata d’arancia, miele d’acacia. Pane tipo “ciabatta”

Caratteristiche tecniche

Latte
vaccino, intero, pastorizzato
Lavorazione
artigianale e industriale
Pasta
filata
Salatura
in salamoia
Stagionatura
assente o previa affumicatura
Produzione
annuale
Grassi
40% Mgss
Peso
variabile
Dimensioni
variabili
Produttori
casari di diverse regioni del Sud Italia
Codice forma
n.d.
Codice tagliato
n.d.

Iscriviti alla nostra newsletter

Per sapere prima di tutti quel che succede nel mondo Guffanti: appuntamenti, nuovi prodotti, iniziative e approfondimenti.
Privacy policy