Incanestrato di Campo Imperatore

Le affinità nelle tecniche di produzione, e nello stessa denominazione, col Canestrato pugliese sono dovute ai sentieri della transumanza che collegavano in passato la Puglia con le montagne abruzzesi. Un importante centro di lavorazione sono gli alpeggi del Gran Sasso, dove si trova Campo Imperatore.
Una produzione della stessa area (massiccio del Gran Sasso) è il Pecorino dei Monti della Laga, sempre a latte crudo e con forme leggermente più piccole (1-2 kg ca.).

Caratteristiche organolettiche

Aspetto
pasta paglierina dura, compatta e granulosa.
Sapore
intenso, sapido e piccante
Abbinamenti
Vini rossi corposi e invecchiati. Miele millefiori. Mostarda piccante di pere e mele cotogne. Fave e fichi freschi. Pane casereccio, pasta in bianco

Caratteristiche tecniche

Latte
ovino, intero, crudo
Lavorazione
artigianale, d’alpeggio
Pasta
pressata
Salatura
a secco
Stagionatura
minimo due mesi
Produzione
tutto l’anno, alpeggio estiva
Grassi
40% Mgss
Peso
3-4 kg
Dimensioni
diametro 20-25 cm, h 10-15
Produttori
casari del centro dell’Abruzzo
Codice forma
n.d.
Codice tagliato
n.d.

Iscriviti alla nostra newsletter

Per sapere prima di tutti quel che succede nel mondo Guffanti: appuntamenti, nuovi prodotti, iniziative e approfondimenti.
Privacy policy