Manteca

In origine si trattava di un metodo escogitato dai pastori di alcune zone interne del Sud Italia per la conservazione del burro, che sigillato in una sacca di pasta filata, senza contatto con l’aria, poteva mantenersi inalterato per molte settimane, acquistando anzi ulteriore sapore. Lo si produce in molte regioni del Sud Italia, con la denominazione di Manteca (“burro” in spagnolo) o anche di Burrino o Burriello.

Caratteristiche organolettiche

Aspetto
sacca esterna di pasta filata bianca o paglierina, interno di burro
Sapore
burroso, trasmesso anche al formaggio che ricopre il burro
Abbinamenti
Vini bianchi, birre chiare. Confettura di pomodori rossi. “Ciabatta”, bruschetta, pasta in bianco

Caratteristiche tecniche

Latte
vaccino, intero, crudo + burro
Lavorazione
artigianale
Pasta
filata
Salatura
in salamoia
Stagionatura
facoltativa
Produzione
tutto l’anno
Grassi
60-70% MGSS
Peso
0,5 kg
Dimensioni
diametro 10-12 cm
Produttori
casari del Molise e della Puglia
Codice forma
n.d.
Codice tagliato
n.d.

Iscriviti alla nostra newsletter

Per sapere prima di tutti quel che succede nel mondo Guffanti: appuntamenti, nuovi prodotti, iniziative e approfondimenti.
Privacy policy