Parmigiano Reggiano DOP Qualità di Montagna

Benché storicamente il Parmigiano Reggiano fosse un formaggio esclusivamente di pianura, dalla prima metà del XX secolo i tentativi di estenderne la produzione alla zona appenninica hanno dato risultati eccezionali grazie alla bontà dei pascoli di alta quota, situati fino a 7-800 metri di altitudine, che permette pertanto di parlare di un prodotto “di montagna”. Le forme di questo cru, a produzione limitata, sono riconoscibili dal marchio a fuoco sulla faccia, con la dicitura “Qualità di montagna”.

Caratteristiche organolettiche

Aspetto
pasta dura, di consistenza granulosa e di colore paglierino più o meno scuro a seconda della durata della stagionatura
Sapore
armonico, asciutto e intenso, con note erbacee
Abbinamenti
Vini rossi corposi e invecchiati, ma anche vini bianchi frizzanti se giovane. Frutta fresca (pere Kaiser), mostarda di zucca. Aceto Balsamico di Modena, pane casereccio

Caratteristiche tecniche

Latte
vaccino, scremato, crudo
Lavorazione
artigianale
Pasta
cotta, pressata
Salatura
in salamoia
Stagionatura
minimo un anno
Produzione
primavera-autunno
Grassi
32% Mgss
Peso
24-40 kg
Dimensioni
diametro 35-45 cm, h. 18-24
Produttori
Alcuni caselli delle province di Reggio Emilia e Parma
Codice forma
n.d.
Codice tagliato
n.d.

Iscriviti alla nostra newsletter

Per sapere prima di tutti quel che succede nel mondo Guffanti: appuntamenti, nuovi prodotti, iniziative e approfondimenti.
Privacy policy