Pecorino al tartufo striato

Pecorino e  tartufo in questa area d'Italia sono  un binomio che funziona da sempre. In questo caso, il casaro ha voluto ricreare un disegno utilizzando la cenere vegetale in modo da ottenere un effetto striato una volta che il formaggio è tagliato

Caratteristiche organolettiche

Aspetto
forma tonda, crosta trattata con polvere di quercia. Al taglio rileva una bella striatura gioco del tartufo e della cenere vegetale.
Sapore
profumo intenso e peristente del tartufo, aromatico ma non piccante
Abbinamenti
miele, vini rossi di medio corpo

Caratteristiche tecniche

Latte
latte di pecora intero, pastorizzato
Lavorazione
artigianale, in caseificio
Pasta
pasta bianca, compatta e striata
Salatura
a secco
Stagionatura
60/90 giorni
Produzione
annuale
Grassi
33,3% Mgss
Peso
3000 grammi circa
Dimensioni
diametro 20 cm, altezza 10 cm
Produttori
casaro dell'appennino emiliano
Codice forma
n.d.
Codice tagliato
n.d.

Iscriviti alla nostra newsletter

Per sapere prima di tutti quel che succede nel mondo Guffanti: appuntamenti, nuovi prodotti, iniziative e approfondimenti.