Puzzone di Moena DOP

Il nome deriva proprio dall’odore molto forte che emana questo formaggio, stagionato in grotte ad alta umidità per ottenere una fermentazione più accentuata della pasta. Accanto al nome “Puzzone di Moena” era in uso anche quello ladino di “Spretz Tzaorì”, ossia “formaggio saporito”. Da settembre 2014 ha acquisito la denominazione di origine protetta sia per la produzione d'alpeggio (di malga) sia per la produzione non estiva. Appartiene alla famiglia dei “nostrani di casello”, che annovera numerosi formaggi del Trentino.

Caratteristiche organolettiche

Aspetto
pasta paglierina compatta, elastica, con diffusa occhiatura. Crosta arancio-rossiccia umida
Sapore
intenso, con un aroma molto forte e persistente, leggermente piccante dopo una lunga stagionatura
Abbinamenti
Vini rossi, birre scure. Confettura di rose e di pomodoro verde. Pane integrale

Caratteristiche tecniche

Latte
vaccino, intero, crudo
Lavorazione
artigianale, d’alpeggio
Pasta
cotta, pressata
Salatura
a secco
Stagionatura
minimo 60 giorni
Produzione
tutto l’anno, alpeggio estiva
Grassi
45% Mgss
Peso
8-10 kg
Dimensioni
diametro 30-40 cm, h. 10
Produttori
caseifici e alpigiani di Moena e Predazzo
Codice forma
n.d.
Codice tagliato
n.d.

Iscriviti alla nostra newsletter

Per sapere prima di tutti quel che succede nel mondo Guffanti: appuntamenti, nuovi prodotti, iniziative e approfondimenti.
Privacy policy